04/2005 Disciplina tributaria imposta comunale sulla targa

Disciplina tributaria delle targhe e delle insegne esposte dai professionisti

per l’individuazione della sede dello svolgimento dell’attività

Risposta del Ministero dell’Economia


Facendo seguito a quanto pubblicato su "Alessandria Medica" n. 11-12/2004, riceviamo dalla nostra Federazione la sottoriportata comunicazione in merito alla esenzione dell’imposta sulla pubblicità delle targhe. Come evidenziato nella lettera, invitiamo i Colleghi che ricevessero richieste di pagamento a volerlo comunicare all’Ordine che provvederà nel senso suggerito dalla FNOMCeO.


Con riferimento alla comunicazione n. 93 del 23 settembre 2004, si rende noto a tutti gli Ordini provinciali che la Federazione ha ricevuto la nota del Ministero dell’Economia - che si allega - in merito alla questione sollevatasi con l’ICA s.r.l. sulla richiesta di pagamento dell’imposta sulla pubblicità delle targhe dei professionisti medici ed odontoiatri.

La suddetta società ha sostanzialmente aderito all’indirizzo individuato dal Ministero dell’Economia nella circolare del 3 maggio 2002, n. 3 nel punto in cui si dispone l’esenzione per le targhe dei professionisti.

Pertanto i medici e gli odontoiatri non debbono pagare la suddetta imposta e qualora si verifichi una richiesta in tal senso è necessario che l’Ordine provinciale di competenza comunichi al Comune, che dà incarico all’ICA del relativo incasso, le determinazioni del Ministero dell’Economia nel punto in oggetto.


Roma 20 gennaio 2005

Giuseppe del Barone


 

Ministero dell’Economia e delle Finanze

Dipartimento per le Politiche Fiscali - Ufficio Federalismo Fiscale - Reparto 2


Roma, 4 gennaio 2005


Alla FNOMCeO – Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri

00192 ROMA

(Rif. N. 8532 del 29/11/2004)


Oggetto: Disciplina tributaria delle targhe e delle insegne esposte dai professionisti per l’individuazione della sede dello svolgimento dell’attività.


Con riferimento a quanto contenuto nella nota che si riscontra e nella precorsa corrispondenza, si trasmette in copia la nota della ICA S.r.l., società concessionaria del servizio di accertamento e riscossione dei tributi comunali, con la quale la medesima dichiara di voler aderire, in materia sostanziale, all’indirizzo interpretativo dello scrivente, palesato con la circolare n. 3/DPF prot. n. 14725/2002/DPF/UFF del 3 maggio 2002, in ordine alla esenzione delle fattispecie pubblicitarie indicate in oggetto.

La citata società inoltre, causa il verificarsi di alcune difficoltà di ordine amministrativo contabile nella analisi delle posizioni dei professionisti in argomento, suggerisce modalità operative che si ritiene rispondenti allo scopo che codesta associazione di categoria si prefigge, in quanto tendenti alla sollecita definizione delle singole partite tributarie con il coinvolgimento dei contribuenti interessati.


IL DIRETTORE DELL’UFFICIO F.F.
Giampaolo de Paulis

 

Torna Indietro    Torna alla Home