09/2022 "SEMPRE CON VOI" PER I FAMILIARI DEI COLLEGHI DECEDUTI PER IL COVID-19

SCADENZA 31 DICEMBRE 2021

TERMINE PROROGATO AL 30 SETTEMBRE 2022


 

 

 

 
Graziella Reposi

E' ancora possibile fare richiesta per i sussidi del fondo "Sempre con voi", in aiuto dei familiari dei sanitari che hanno perso la vita lavorando per arginare la pandemia da Covid-19, il fondo di aiuto per i familiari dei sanitari deceduti istituito dalla famiglia Della Valle ed è gestito dalla protezione civile.

Il fondo, lo ricordo, prevede un sussidio per ogni familiare degli operatori sanitari caduti, con un massimo a nucleo familiare. Nel caso il nucleo sia costituito da un solo familiare superstite la cifra erogabile sarà di importo inferiore. Ulteriori aiuti sono previsti per il risarcimento delle spese mediche e assistenziali documentate - se non rimborsate dalle assicurazioni - nei casi dei medici ricoverati prima del decesso.

L'iniziativa "Sempre con voi" sarà attiva fino al perdurare dello stato di emergenza nazionale previsto fino al 31 dicembre 2021, ed è ancora soggetto a possibili proroghe.

 

L'assegno è aumentato di 5mila euro per ciascun componente con più di 65 anni, oppure disabile (almeno al 67%) o portatore di handicap. In questi casi l'importo massimo dell'assegno per nucleo familiare può essere superiore a 55mila euro.

Il sussidio non va indicato nella dichiarazione dei redditi perché non concorre a formare il reddito complessivo.
Secondo le disposizioni della protezione civile, hanno diritto al sussidio:

  • i soggetti di cui all'art. 2 dell'OCDPC n. 693/2020 e s.m.i.:
    coniuge superstite non separato legalmente;
    convivente di fatto;
    figli legittimi, naturali, riconosciuti o riconoscibili, adottivi già conviventi con il defuntoinclusi nello stato di famiglia alla data del decesso;
    figli legittimi, riconosciuti o riconoscibili, adottivi non residenti anagraficamente con il defunto fino al 21° anno di età se studenti di scuola media superiore o professionale, fino al 26° anno di età se studenti universitari, maggiorenni inabili, portatori di handicap ovvero disabili con percentuale di invalidità non inferiore al 67%;
    soggetto esercente la potestà genitoriale di un minore;
    genitori naturali o adottivi;
    fratelli o sorelle del defunto;
  • il nucleo familiare per il quale si chiede il beneficio è composto da componenti conviventi con il defunto e inclusi nello stato di famiglia alla data di decesso oppure soggetti che non erano residenti anagraficamente con il defunto (coniuge superstite non separato legalmente, figli legittimi, naturali, riconosciuti o riconoscibili, adottivi fino al 18° anno di età, fino al 21° anno di età se studenti di scuola media superiore o professionale, fino al 26° anno di età se studenti universitari, maggiorenni inabili, portatori di handicap ovvero disabili con percentuale di invalidità non inferiore al 67%. 


Nel ricordare le Ordinanze del Capo del Dipartimento della protezione civile n. 693/2020, n. 705/2020, n. 726/2020 che definivano i criteri per la gestione delle risorse, le modalità di individuazione dei beneficiari e l'entità delle somme da erogare e che prevedevano, come termine ultimo per accedere al beneficio, la scadenza dello stato di emergenza, vi informo che l'Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile n. 914 del 16 agosto 2022, in via di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale,

il termine per presentare la domanda di accesso al fondo "Sempre con voi", è stato prorogato al 30 settembre 2022.


A seguito dell'esame delle domande, in caso di accoglimento delle istanze, la Commissione, appositamente istituita con Decreto del Capo Dipartimento della protezione civile, provvederà a redigere l'elenco dei beneficiari e all'erogazione del contributo direttamente sui conti correnti indicati dagli stessi.

La predetta Ordinanza ha stabilito, inoltre, le modalità per il riparto delle risorse eventualmente ancora presenti sul Fondo Sempre con Voi dopo la scadenza del termine del 30 settembre 2022, ricorrendo al criterio della proporzionalità rispetto a quanto già erogato a ciascun nucleo, in esito alla precedente istanza.

I familiari dei medici deceduti a causa del contagio da Covid-19, contratto nell'esercizio delle proprie funzioni, possono scaricare il modulo per presentare la richiesta di contributo economico attraverso il link https://emergenze.protezionecivile.gov.it/it/sanitarie/coronavirus/fondo-sempre-con-voi

Tutte le informazioni utili sui requisiti e le modalità per presentare domanda si possono trovare nella sezione "Come fare per" del sito web dell'Enpam.


La FNOMCeO pertanto, invita a dare massima diffusione attraverso i canali di comunicazione ordinistici della notizia relativa al Fondo Sempre con Voi di proroga dei termini per permettere ai familiari dei medici di accedere al beneficio assistenziale.

icon Scarica il modulo per presentare la richiesta di contributo economico

--- 000 ---

12/2021 "SEMPRE CON VOI" PER I FAMILIARI DEI COLLEGHI DECEDUTI PER IL COVID-19

SCADENZA 31 DICEMBRE 2021

 

E' ancora possibile fare richiesta per i sussidi del fondo "Sempre con voi", in aiuto dei familiari dei sanitari che hanno perso la vita lavorando per arginare la pandemia da Covid-19, il fondo di aiuto per i familiari dei sanitari deceduti istituito dalla famiglia Della Valle ed è gestito dalla protezione civile.

Il fondo, lo ricordo, prevede un sussidio di 15mila euro per ogni familiare degli operatori sanitari caduti, per un massimo di 55mila euro a nucleo familiare. Nel caso il nucleo sia costituito da un solo familiare superstite la cifra erogabile sarà di 25mila euro. Ulteriori 5mila euro sono previsti per il risarcimento delle spese mediche e assistenziali documentate - se non rimborsate dalle assicurazioni - nei casi dei medici ricoverati prima del decesso.

L'iniziativa "Sempre con voi" sarà attiva fino al perdurare dello stato di emergenza nazionale previsto fino al 31 dicembre 2021, ed è ancora soggetto a possibili proroghe.

Se il nucleo è composto da un solo familiare il sussidio è di 25mila euro.

L'assegno è aumentato di 5mila euro per ciascun componente con più di 65 anni, oppure disabile (almeno al 67%) o portatore di handicap. In questi casi l'importo massimo dell'assegno per nucleo familiare può essere superiore a 55mila euro.

 Il sussidio non va indicato nella dichiarazione dei redditi perché non concorre a formare il reddito complessivo.

Secondo le disposizioni della protezione civile, hanno diritto al sussidio:

  • i componenti del nucleo familiare che alla data del decesso risultavano convivere con il medico /odontoiatra ed erano inclusi nello stato di famiglia;
  • il coniuge superstite non separato legalmente, anche se alla data del decesso non risulta residente con il medico/odontoiatra defunto;
  • i figli legittimi, naturali, riconosciuti o riconoscibili e adottivi, anche se alla data del decesso non risiedono con il medico/odontoiatra, fino a 18 anni, oppure fino a 21 anni se sono studenti di scuola media superiore o professionale; o infine fino a 26 anni se sono studenti universitari. In caso di maggiorenni inabili finché dura l'inabilità; senza limiti di età se portatori di handicap o disabili con una percentuale di invalidità non inferiore al 67%.

 Tutte le informazioni utili sui requisiti e le modalità per presentare domanda si possono trovare nella sezione "Come fare per" del sito web dell'Enpam. 

Torna Indietro    Torna alla Home