12/2021 DANNI DA EVENTI ATMOSFERICI INTERVENTI DELL'ENPAM


Graziella Reposi

Gli iscritti all'Ordine che subiscono danni per le calamità naturali possono presentare domanda di aiuto economico all'ENPAM, tramite l'Ordine, con allegata l'apposita documentazione richiesta.

Tali aiuti economici potranno essere concessi soltanto per tutte le località per le quali le autorità di Governo dichiarano lo stato d'emergenza.

La domanda va presentata entro e non oltre un anno dalla pubblicazione del Decreto con la quale è stato dichiarato lo stato di emergenza.

NON SONO PREVISTI LIMITI DI REDDITO

Ai fini dell'accoglimento o meno della richiesta non è prevista una valutazione del reddito.
Qualora la Presidenza del Consiglio non riconoscesse lo "stato di calamità" per la località ove l'evento è avvenuto, è possibile chiedere un sussidio per disagio, pratica però soggetta a limiti di reddito.

REQUISITI

Per avere diritto ai sussidi è necessario essere residenti nei comuni colpiti da calamità naturali. Lo "stato di calamità" deve essere riconosciuto, come dicevo sopra, con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.
Gli iscritti non residenti possono chiedere il sussidio per gli eventuali danni allo studio o alle attrezzature solo se dimostrano di svolgere la loro attività professionale prevalente in uno dei comuni interessati.
I danni devono riguardare la prima abitazione o l'unico studio professionale, di cui si è titolari per un diritto di proprietà e di usufrutto. Se si è comproprietari il danno viene risarcito in misura proporzionale alla quota di proprietà.

RIMBORSI E SUSSIDI

Gli indennizzi, sotto forma di sussidi straordinari, possono arrivare a oltre 17 mila euro per la generalità degli iscritti mentre il tetto rimborsabile è più alto per chi esercita la libera professione (fino a 22.650 euro circa).
Al tetto rimborsabile per i liberi professionisti di 22.650 euro può essere aggiunto anche un reddito sostitutivo, che può arrivare a quasi 2.500 euro al mese, nel caso in cui gli aventi diritto abbiano dovuto interrompere l'attività professionale a causa della calamità. 

L'ENPAM può inoltre intervenire, con i massimali complessivi sopra indicati, anche per i danni a beni mobili come automezzi o attrezzature medicali e contribuire al pagamento degli interessi sui mutui edilizi per l'acquisto, la ricostruzione o la riparazione della casa e/o dello studio professionale.

Fra la documentazione necessaria occorre presentare:

  • atto di proprietà o di usufrutto dell'immobile
  • una documentazione fotografica dei danni
  • una perizia giurata dei danni subiti da parte di un tecnico abilitato.

Ricordo che le pratiche ENPAM sono svolte su appuntamento E CHE PER L'ACCESSO ALL'ORDINE E' NECESSARIO PRESENTARE ALL'INGRESSO IL GREEN PASS.

Possono fare domanda per il sussidio:

  • i medici e gli odontoiatri attivi;
  • i pensionati con un'anzianità di iscrizione all'Albo precedente al pensionamento di almeno dieci anni;
  • gli studenti che hanno scelto di iscriversi all'ENPAM prima della laurea e dell'iscrizione all'Albo Professionale;
  • i familiari titolari di una pensione indiretta o di reversibilità a carico dell'ENPAM.

 Gli iscritti che lavorano come liberi professionisti possono chiedere eventualmente anche altri sussidi.

Le misure si estendono anche ai familiari di iscritti deceduti che percepiscono dall'ENPAM una pensione di reversibilità o indiretta.

I medici e i dentisti che esercitano esclusivamente la libera professione, costretti a interromperla a causa dell'evento atmosferico, potranno chiedere un contributo di circa 81 euro per ogni giorno di astensione dal lavoro, fino a un massimo di 365 giorni.

SOMME RIMBORSABILI

L'ENPAM può contribuire anche a pagare fino al 75% degli interessi sui mutui edilizi accesi da iscritti o familiari superstiti per ricostruire o riparare la casa e/o lo studio professionale danneggiati. L'attuale limite massimo del rimborso è di circa 9.400,00 euro l'anno per un periodo non superiore a cinque anni.

SUSSIDI ASSISTENZIALI PER CALAMITA' NATURALI SONO ESENTI DA TASSE E NON SONO VINCOLATI A SOGLIE DI REDDITO.

 

Torna Indietro    Torna alla Home