03/2018 FIMMG - AZIONE COLLETTIVA CON CONSULCESI PER I BORSISTI DI MEDICINA GENERALE

La FIMMG di Alessandria ha concordato con CONSULCESI S.A. un protocollo di intesa per aderire ad un’azione collettiva, per vedere riconosciuti i propri diritti, lesi da anni di trattamento discriminatorio e dalla mancata corretta attuazione delle direttive comunitarie da parte dello Stato Italiano rivolto ai Medici che hanno frequentato (o stanno frequentando) i Corsi di Formazione Specifica in Medicina Generale, con iscrizione a partire dall’A.A. 1993-94 ad oggi.
Riportiamo una memoria al riguardo.

Camillo Milano
Segretario Provinciale FIMMG Alessandria

 

MEDICI MEDICINA GENERALE

CHI: tutti i medici che hanno frequentato (o stanno frequentando) i Corsi di Formazione Specifica in Medicina Generale, con iscrizione a partire dall’AA 1993-94 ad oggi (ed a seguire) possono aderire ad un’azione collettiva per vedere riconosciuti i propri diritti, lesi da anni di trattamento discriminatorio e dalla mancata corretta attuazione delle direttive comunitarie da parte dello Stato italiano.

QUADRO GIURIDICO: in Italia il Corso di formazione specifica in Medicina Generale è stato istituito con la legge 30/07/1990 n. 212, in attuazione della direttiva n. 86/4/CEE ed è un titolo necessario per svolgere l’attività di Medico Chirurgo di Medicina Generale. A livello internazionale ed europeo, la formazione in Medicina Generale è assicurata da un’apposita scuola di specializzazione, mentre in Italia ancora ciò non è avvenuto ed ha comportato un evidente trattamento discriminatorio tra i Medici che partecipano al corso in Medicina Generale e gli specializzandi.

DIFFERENZE RISPETTO AD UN CORSO DI SPECIALIZZAZIONE: dal punto di vista sostanziale nulla. In tutte le regioni d’Italia l’accesso al Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale è riservato soltanto ad un ristretto numero di medici. Il concorso viene bandito dal Ministero della Salute e rimandato agli Assessorati Regionali alla Sanità. Per i vincitori, il corso di durata triennale comporta un impegno a tempo pieno con l’obbligo della frequenza alle attività didattiche teoriche e pratiche, da svolgersi sotto il controllo delle regioni e province autonome e degli enti competenti. Il corso non permette contestualmente alla frequenza di intrattenere rapporti di lavoro a qualsivoglia livello. Uniche attività compatibili sono le sostituzioni di guardia medica, ordinaria e turistica, nelle zone carenti e del medico di medicina generale.

I partecipanti al corso percepiscono una borsa di studio pari a quella prevista per gli specializzandi con il D.lgs n. 257/91 (11.603 euro circa all’anno: D.M. 7 marzo 2006). Dal punto di vista fiscale e assicurativo, però, le differenze sono molte. Coloro che frequentano i corsi di formazione in Medicina Generale ricevono delle borse di studio dalla Regione su cui pagano IRPEF e devono sostenere le spese per la copertura assicurativa; al contrario, le tasse per frequentare le scuole di specializzazione sono esenti dall’IRPEF (secondo quanto disposto dall’Agenzia delle Entrate  risoluzione 338/E del 30 ottobre 2002) e le strutture sanitarie provvedono al pagamento dell’assicurazione per i rischi professionali, per la responsabilità civile contro terzi e gli infortuni connessi all’attività assistenziale svolta dal medico in formazione.

Ai medici iscritti al Corso in Medicina Generale non è stato, inoltre, riconosciuto lo stesso trattamento che dal 2006 viene riservato agli altri specializzandi. Atteso che il Corso in Medicina Generale è equiparabile a quello di specializzazione medica (Tempo pieno, orari, esclusività ecc.) vi è una evidente disparità di trattamento soprattutto alla luce del principio sancito dall’Unione Europea per cui la formazione dei medici specialisti (compresa quella relativa la medicina generale) deve essere “adeguatamente remunerata” (Direttiva 82/76/CEE).
1993/1994-2005/2006 (iscritti dal 1993 al 1° anno)
2006-2007/ad oggi (iscritti dal 2006 al 1° anno)

DOCUMENTI DA RICHIEDERE AL MEDICO:

  • Certificato di specializzazione in medicina generale;
  • Procura;
  • Carta d’identità;
  • Tessera sanitaria (facoltativa).

AZIONE COLLETTIVA: con limite a gruppi di 50

LEGITTIMATO PASSIVO: Presidenza del Consiglio dei Ministri

PRESCRIZIONE: ad oggi non ha ancora iniziato a decorrere in quanto lo Stato Italiano non si è ancora adeguato.

RISARCIMENTO RICHIESTO:
1993/1994-2005/2006 (iscritti dal 1993 al 1° anno) 20.000 per anno (totale 60.000 per 3 anni)
2006-2007/ad oggi (iscritti dal 2006 al 1° anno) (Importo borsa studio specializzandi – importo borsa studio MG) + tassazione IRPEF su importo borsa studio MG + contribuzione maturata su [Importo borsa studio specializzandi – importo borsa studio MG]

Chi intendesse aderire potrà telefonare all’Avv. Cristiana Pucci Peghini della CONSULCESI. Telef. 338 726 3366 - 333 297 2945
Torna Indietro    Torna alla Home