02/2018 LINEE GUIDA NAZIONALI PER LE AZIENDE SANITARIE E LE AZIENDE OSPEDALIERE IN TEMA DI SOCCORSO E ASSISTENZA SOCIO-SANITARIA ALLE DONNE VITTIME DI VIOLENZA

Nella G.U. Serie Generale n. 24 del 30/01/2018 è stato pubblicato il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 24 novembre 2017.

Con tale provvedimento si dettano per tutto il territorio nazionale le regole che gli operatori sanitari e, in particolare i medici, devono osservare in presenza di donne vittime di violenza.

 

Si rileva, in particolare, che i medici che entrano in contatto con la donna che ha intrapreso il Percorso per le donne che subiscono violenza, a partire dal medico che farà la prima visita, dovranno refertare in modo dettagliato e preciso tutti gli esiti della violenza subita.

La visita medica dovrà prevedere i seguenti momenti:

  • Accoglienza e indici di sospetto (psicologici, anamnestici, fisici), ed eventuale screening (domande di approfondimento);
  • Acquisizione del consenso informato al trattamento dati ed alla acquisizione delle prove giudiziarie (in caso di violenza sessuale).

Il consenso informato deve essere articolato e comprensivo di tutte le situazioni in cui è indispensabile che l’operatrice/l’operatore sanitaria/o abbia il consenso a procedere da parte della donna;

  • Anamnesi accurata con storia medica dell'aggressione;
  • Esame obiettivo completo;
  • Acquisizione delle prove (eventuale documentazione fotografica, tamponi, ecc.);
  • Esecuzione degli accertamenti strumentali e di laboratorio;
  • Esecuzione delle profilassi e cure eventualmente necessarie;
  • Richiesta di consulenze.

In conclusione si rileva che i presidi di pronto soccorso e le aziende sanitarie dovranno standardizzare le proprie procedure uniformandole a quelle dettate dalle linee guida in esame entro un anno dalla loro entrata in vigore.

IL PRESIDENTE
Dott. Filippo Anelli

Torna Indietro    Torna alla Home